CARROLL SHELBY

1923-1951

INFANZIA DI CARROLL SHELBY

Carroll Hall Shelby è nato nel 1923 a Leesburg, nel Texas orientale. Da giovane a volte accompagnava suo padre, un impiegato postale, sul suo percorso. Aveva una sorella, Lula, che aveva tre anni meno di Carroll. L’interesse di Shelby per le automobili è iniziato in giovane età: non vedeva l’ora di possedere una macchina e all’età di 15 anni guidava e si prendeva cura della berlina Ford a due porte di suo padre.

Dopo il diploma di scuola superiore, Carroll Shelby si arruolò nell’Army Air Corps nel 1942. Ben presto si guadagnò fece carriera e fu nominato sottotenente. Durante la seconda guerra mondiale, era prassi dell’Air Corps mantenere i migliori piloti negli Stati Uniti per addestrare gli altri. Sebbene Shelby lo abbia richiesto, non è mai entrato in combattimento. Il suo aereo preferito era il bombardiere B-26 perché era più veloce in linea retta di qualsiasi aereo da combattimento giapponese, tedesco o italiano prodotto durante la guerra.

Carroll Shelby da bambino
Giovane Carroll Shelby

Carroll Shelby con la Ford del padre

Carroll non vedeva l’ora di imparare a guidare e avere una macchina tutta sua. Quando aveva 15 anni trascorreva così tanto tempo con la berlina Ford di suo padre che pensava che l’auto fosse sua.

Tenente Carroll Shelby

Secondo tenente Carroll Shelby

Quando scoppiò la seconda guerra mondiale, Carroll si unì al Corpo aereo dell’esercito. Dopo essersi diplomato alla scuola di volo come sottotenente nel 1942, Shelby ha pilotato una varietà di aerei. Durante il suo turno di servizio, fu assegnato a pilotare un certo numero di bombardieri, tra cui B-18, B-25 Mitchells, B-26 Marauders, B-17 Flying Fortresses e infine i Super Fortress B-29.

Carroll Shelby nell'Air Force

1942 Army Air Cops

Carroll Shelby (secondo da sinistra) con alcuni dei suoi compagni dell’Army Air Corps. Shelby ha trascorso tre anni al servizio del suo paese ed è stato in diverse basi, comprese quelle in Texas e Colorado. Fu congedato nel 1945 quando la guerra finì.

Pilota Carroll Shelby

1952-1960

IL PILOTA CARROLL SHELBY

Quando la seconda guerra mondiale finì, Carroll si arruolò dall’Aeronautica Militare. In quegli anni avviò molte attività, ma Shelby aveva davvero bisogno di velocità nella sua vita. La vittoria della sua prima gara nel 1952 su una MG-TC diede il via alla sua carriera in pista. Presto Shelby guidò auto da corsa sportive Ferrari e Maserati. Vinse 12 gare in due anni. Impressionati dal suo talento di guida, Shelby fu invitato a unirsi al team ufficiale dell’Aston Martin nel 1954.

L’apice della carriera di pilota di Shelby arrivò nel 1959, quando vinse la più importante delle corse automobilistiche internazionali, la 24 Ore di Le Mans, alla guida di un’Aston Martin. Una condizione cardiaca costrinse Shelby a ritirarsi dalle corse nel 1960.

Carroll Shelby nella base dell'Air Force

Shelby vince la sua prima gara su una MG-TC

Nel 1952, Carroll Shelby ha trovato un modo per alimentare la sua passione per la velocità attraverso le corse in pista. Alla sua prima gara, alla guida di una MG-TC, Shelby ha vinto la MG e la Production Car Classes in Texas.

Carroll Shelby con la famiglia

La famiglia di Carroll Shelby nei primi anni ’50

La famiglia di Carroll, la figlia Sharon, la moglie Jeanne ei figli Patrick (Sinistra) e Michael (Destra), sono fieri di tutte le gare ed i trofei che ha vinto nel 1952 e nel 1953. Durante quei primi anni Shelby si è affermato come un pilota emergente grazie a dodici vittorie. Questo fu solo l’inizio di quella che sarebbe diventata una brillante carriera agonistica internazionale.
Carroll Shelby con Ferrari 857S

1956 con la 857S Ferrari di John Edgar

Durante la metà e la fine degli anni ’50, Carroll Shelby guidò una varietà di auto sportive tra cui questa 857S Ferrari dello sportivo John Edgar. Shelby ha anche dimostrato i suoi notevoli talenti al volante di un numero significativo di altre vetture sportive, tra cui Maserati, Jaguar e Aston Martin. Ha vinto gare da Riverside, in California, a Silverstone, in Inghilterra, a Le Mans, in Francia.

1961-1964

GLI ANNI COBRA

Shelby rimase impressionato dalla velocità dalle auto sportive dell’epoca, ma non dai loro motori inaffidabili, che richiedevano manutenzione e riparazioni costanti. Con questa idea in mente, si chiedeva perché nessuno negli Stati Uniti avesse costruito un’auto sportiva che offrisse maneggevolezza e bilanciamento europeo con un motore V-8 americano. Iniziò così a pensare di costruire un’auto sportiva e di venderla a metà prezzo di quelle europee. In un sogno, poi, trovò il nome adatto per la sua leggendaria auto, Cobra.

L’idea di Carroll Shelby divenne realtà quando seppe che AC Cars in Gran Bretagna aveva perso il fornitore del motore per la loro auto sportiva Bristol. Shelby allora contattatò AC Cars spiegò loro la sua idea, che ne rimasero entusiasti. Shelby propose la sua auto sportiva a Ford Motor Company, a cui piaceva l’idea di offrire un’auto sportiva che si mettesse in una posizione di testa a testa con la Chevrolet Corvette.

Nel 1962, Shelby creò Shelby American, una nuova società per costruire la sua auto in California. Equipaggiato con la Ford 260 e successivamente con i motori da 289 pollici cubi, il Cobra si è rivelato un successo per i concessionari Ford e sulle piste di tutto il mondo.

I Cobra hanno dominato le Corvette in Nord America, vincendo gare da costa a costa. Il 4 luglio 1965, la Cobra (in versione roadster e coupé) vinse il Campionato GT World Manufacturer, surclassando clamorosamente la Ferrari. Shelby American è l’unica casa automobilistica americana nella storia a vincere il prestigioso campionato.

Carroll Shelby con Payton Cramer
Carroll Shelby pilota leggendario

Carroll Shelby nel primo Cobra

Carroll Shelby, nel primo Cobra costruito, CSX2000. Per suscitare interesse, Shelby ha presentato la Cobra in vari modi, anche in più articoli di riviste e con un posizionamento privilegiato nella mostra Ford Motor Company al New York Auto Show del 1962

Carroll Shelby con Cobra

I Cobra dominano le piste d’America

Carroll Shelby è orgoglioso di tre dei suoi Cobra da competizione. Le 289 roadster Cobra hanno battuto la loro principale concorrenza, la Chevrolet Corvette, in tutta l’America, costruendo una forte immagine prestazionale per il marchio Cobra e Shelby American.

Cobra Coupe

Campione del mondo Daytona Coupé

Per battere la Ferrari sui velocissimi circuiti europei, Shelby American aveva bisogno di una Cobra più aerodinamica. Così, l’impiegato americano di Shelby, Peter Brock, progettò la carrozzeria della coupé. La Cobra Coupe ha debuttato al Daytona International Raceway e la stampa l’ha chiamata “Daytona Coupe”.

Durante gli anni in cui la Daytona Coupe ha corso, si è dimostrata l’auto di cui Shelby American aveva bisogno per battere la 250 GTO precedentemente dominante della Ferrari. Il 4 luglio 1965, la Cobra Daytona Coupé aiutò Shelby American a vincere il Campionato Mondiale Costruttori GT.

Carroll Shelby negli anni Ford

1965-1973

GLI ANNI FORD

La Ford Mustang fu un enorme successo di vendite quando fu introdotta nella primavera del 1964. Tuttavia, Lee Iacocca, direttore generale della divisione Ford, era preoccupato che la Mustang, pur vendendo bene, mancasse di un’immagine prestazionale e non si adattasse al programma di marketing della Ford Division Total Performance.

Per correggere il problema dell’immagine, Iacocca chiamò Carroll Shelby e gli chiese se poteva trasformare la Mustang in un’auto sportiva con un’immagine dalle prestazioni vincenti. Il risultato fu la Shelby Mustang GT350 del 1965. Quest’ultima auto della Shelby American performance si è guadagnata la sua immagine sportiva e prestazionale sui circuiti da corsa in tutta l’America. Competendo nella Classe di Produzione B dello Sports Car Club of America contro la Corvette Stingray, la Jaguar XKE, la Sunbeam Tiger e vari modelli Ferrari, la nuova GT350 ha dominato la competizione, vincendo il Campionato Nazionale di Produzione B del 1965 mentre costruiva un’immagine prestazionale per la Ford Mustang.

La Shelby GT350 fu prodotta dal 1965 al 1970, con il modello GT500 aggiunto nel 1967 dopo che Ford ingrandì la Mustang abbastanza da contenere un V-8 big-block. La Shelby GT500, alimentata da un motore da 428 pollici cubi, è stata costruita dal 1967 al 1970.

Programma Ford GT

Il programma Ford GT

All’inizio del 1965, Ford consegnò un difficile programma di corse Ford GT a Carroll Shelby e alla sua banda di hot rodder. In pochi mesi, Shelby American aveva trasformato la Ford GT in una vincitrice immediata, vincendo entrambe le gare internazionali di resistenza a Daytona e Sebring. Nel 1966 il programma Shelby American Ford GT stava conquistando, dominando completamente la Ferrari e vincendo la famosa 24 Ore di Le Mans, il gioiello delle corse automobilistiche sportive internazionali, con un finale 1-2-3.

Carroll Shelby è l’unica persona a vincere la 24 Ore di Le Mans come pilota con l’Aston Martin nel 1959, come produttore con la Cobra Daytona Coupe nel 1964 e come team manager nel 1966 e 1967 per il programma Ford GT.

Carroll Shelby ad una gara

Pilota, Manager, Proprietario 

Carroll Shelby ha selezionato solo i migliori piloti di classe mondiale per i programmi di corsa di resistenza Cobra e Ford. Nella foto qui sopra è con Dan Gurney durante la 12 Ore di Sebring del 1966, mentre discutono delle prestazioni della Ford GT di Gurney.

Gara su pista Shelby

Dominazione Trans Am

Nel 1966, lo Sports Car Club of America creò una nuova serie di corse chiamata Trans-American Sedan Championship, o serie Trans-Am. Ciò ha dato a Ford Motor Company un’altra opportunità per costruire un’immagine prestazionale per Mustang. Le auto e le squadre costruite da Shelby vinsero campionati nel 1966 e 1967. Le Mustang di fabbricazione americana Shelby ottennero più vittorie nelle stagioni Trans-Am del 1968 e del 1969.

Shelby American si ritirò dalle gare nel 1969, dopo quattro anni di grande successi. Lungo la strada, il team americano Shelby ha battuto alcuni dei migliori team di corse del mondo, tra cui il Mercury Cougar sostenuto dalla fabbrica Bud Moore e la Camaro di Roger Penske, fortemente supportati da Chevrolet.

1974-1981

GLI ANNI DEL "PENSIONAMENTO"

Quando Ford Motor Company ha assunto la produzione delle automobili Shelby nel 1968, i veicoli si sono allontanati ulteriormente dall’idea di auto sportiva che Shelby American immaginava. Nel gennaio 1970 Carroll Shelby si ritirò dal settore automobilistico e delle corse. Un articolo sulla rivista Road & Track di quel tempo spiega la storia della carriera di Carroll Shelby, in particolare il segmento della costruzione di automobili. L’articolo era intitolato, A Legend Says Goodbye (Una leggenda dice addio).

Anche se Shelby avrebbe potuto ritirarsi dal settore automobilistico, non fu certo un addio.

All’inizio degli anni ’70 Carroll Shelby si recò in Africa per circa nove mesi, esplorando molti luoghi e ricaricando le sue “batterie” dopo un lungo decennio di corse e costruzione di auto ad alte prestazioni.

Carroll era un fan del peperoncino. Nel 1967 è stato uno dei fondatori del primo Championship Chili Cook-off del mondo tenutosi a Terlingua, in Texas. Al Cook-off del 1972, Shelby lanciò il suo Original Texas Brand Chili Mix per la gioia degli intenditori di peperoncino. È stato un enorme successo in tutto il paese.

Nel 1971, Shelby fondò la Shelby Wheel Company a Gardena, in California. L’azienda produceva e distribuiva ruote speciali aftermarket.

Gardena 1975 Carroll Shelby
Carroll Shelby alla scrivania

Carroll alla sua scrivania 

Anche se Carroll Shelby si “ritirò” dal settore automobilistico, non si ritirò dal mondo degli affari. Durante gli anni ’70, Shelby ha ampliato il suo distributore di pneumatici Goodyear, fornendo a un numero sempre maggiore di piloti gli ultimi pneumatici Goodyear. Ha anche fondato la Shelby Wheel Company che produceva ruote ad alte prestazioni per una varietà di veicoli.

Durante i suoi frequenti viaggi nella città di Terlingua in Texas, Shelby e i suoi amici ebbero l’idea di un campionato di cucina con il chili, Il Terlingua International Chili Championship. La ricetta del peperoncino di Carroll è diventata così popolare che ha creato una nuova società per Carroll Shelby Chili. Entro un anno Carroll Shelby Chili fu venduto nei negozi da costa a costa.

Carroll Shelby in Africa

Esplorando l’Africa

Dopo una vita passata a correre e costruire auto  famose in tutto il mondo, Carroll Shelby ha deciso di prendersi una pausa e di andare in Africa per esplorare, riposare e godersi il variegato paesaggio e gli animali del continente. È stato un momento tranquillo per Shelby che si è rinfrescato e ha iniziato a pensare a nuove ed eccitanti iniziative.

Carroll Shelby nella sua fattoria in Texas

Carroll Shelby nel suo ranch 

Carroll Shelby amava trascorrere del tempo nel suo ranch situato a Pittsburg, in Texas. Qui nel Texas orientale, poteva godersi i suoi cavalli, allevare bovini da carne Kobe e rilassarsi con la sua famiglia. In particolare, non vedeva l’ora di passare del tempo con i suoi nipoti lontano dai rigori di tutte le attività commerciali che gli hanno consumato la vita.

Carroll Shelby presso Performance Center

1982-1989

GLI ANNI DODGE

Durante gli anni ’60, Carroll Shelby e Lee Iacocca divennero ottimi amici poiché Shelby, attraverso i suoi programmi Cobra, Ford GT e Shelby Mustang, mise aggiunse credibilità al programma Ford Total Performance.

Alla fine del 1978, Iacocca fu ingaggiato da Chrysler Corporation per salvare sostanzialmente la società dal fallimento e dall’oblio. Ci riuscì potentemente e nel 1982 volle ristabilire Dodge come divisione per le prestazioni di Chrysler Corporation. Per raggiungere questo obiettivo, Lee Iacocca chiamò Carroll Shelby per vedere se potevano costruire un’immagine performance per Dodge.

La collaborazione con Dodge Shelby Charger iniziò nel 1983, presso il Chrysler Shelby Performance Center in California. Con uno stile migliorato e sospensioni modificate, gli Shelby Chargers 1983-87 erano auto veloci e dalle prestazioni economiche, specialmente quando i motori turbo 2.2L furono disponibili nel 1985. Shelby era anche la forza trainante dietro la Dodge Omni GLH (sigle che sta per “Goes Like Hell!), una delle vetture ad alte prestazioni della classe “pocket rocket”. Anche Dodge Daytona successivamente ricevette il “trattamento Shelby”.

Nel 1986, Shelby creò modelli di produzione limitata presso Shelby Automobiles a Whittier, in California. Qui, Shelby lanciò la serie GLHS, prima con l’Omni GLHS, seguita dal GLHS Charger nel 1987. Con l’aggiunta di un intercooler, collettore Shelby e un urto a 12 psi di spinta, queste leggere Shelby a quattro cilindri si comportarono come le V-8 di due decenni prima. Altri Dodge costruiti presso Shelby Automobiles includono: Shadow CSX, CSX-T per la società di autonoleggio Thrifty, Shelby Lancer e Shelby Dakota.

A seguire, Shelby creò una serie di specifiche SCCA, la Shelby Can-Am, in seguito ribattezzata Dodge / Shelby Pro Series. Le auto erano azionate da un motore Dodge 3.3L V-6 che erogava 255 cavalli. Le auto della serie Pro hanno avuto successo non solo negli Stati Uniti, ma in Sud Africa e hanno introdotto molti appassionati alle corse su strada.

Carroll Shelby e Iaccoca

Shelby e Iaccoca di nuovo insieme

Dopo il suo passaggio alla Chrysler Corporation, Lee Iacocca voleva fondare la Dodge Division come divisione performance dell’azienda. Per raggiungere il suo obiettivo arruolò Carroll Shelby.

Carroll Shelby

Piccoli motori, grande potenza

Per tutti gli anni ’80 Carroll Shelby ed il suo team hanno utilizzato il turbocompressore come un modo per aumentare la potenza e le prestazioni dei motori Dodge. La concept car raffigurata qui con Shelby era solo una delle numerose Dodge. Durante il periodo di Shelby con Chrysler, furono offerti in totale 22 diversi modelli Shelby Dodge o Dodge Shelby.

Auto da corsa Shelby

Sempre in anticipo sui trend

Negli anni ’80 Shelby Automobiles è stato un pioniere delle prestazioni. Shelby ha introdotto la prima applicazione di un motore V-8 in un pick-up di medie dimensioni con la Shelby Dakota nel 1989. La CSX del 1989 è stata la prima auto di produzione americana a utilizzare un turbocompressore a ugello variabile (VNT), nonché la prima applicazione di ruote in composito su un’auto di serie.

I veicoli Shelby Dodge erano anche ben equipaggiati con sospensioni, freni, pneumatici e pacchetti di ruote che suonavano come un concerto con la potenza aggiuntiva prodotta dai veicoli. Tutte le prestazioni dei veicoli Shelby hanno fornito a Dodge Division l’immagine prestazionale desiderata da Lee Iacocca.

1990-ORA

LA FONDAZIONE CARROLL SHELBY

In qualità di ricevente di un trapianto di cuore, Carroll Shelby comprese lo stress e la preoccupazione derivanti dall’attesa di un organo vitale. Così nel 1991 fondò la Carroll Shelby Children’s Foundation, per aiutare i bambini in simili situazioni. Questa impresa di beneficenza è stata uno degli obiettivi principali della vita di Carroll Shelby. Il nome dell’organizzazione è stato successivamente cambiato in Carroll Shelby Foundation poiché la sua missione si è espansa per includere organizzazioni di supporto che forniscono assistenza medica e finanziamento di borse di studio, la Shelby Automotive Foundation e programmi relativi all’educazione automobilistica.

Carroll Shelby Foundation
Carroll Shelby Foundation

Condividi la tua vita

Quando doni i tuoi organi dai a qualcuno la possibilità di vivere. Il tuo impegno per la donazione di organi e tessuti può salvare vite umane. Carrol Shelby ha aspettato anni prima di ricevere il proprio trapianto di cuore. Era anche molto consapevole dei problemi e delle spese relativi alla chirurgia cardiaca, nonché al processo spesso lungo per individuare un donatore adatto. La Carroll Shelby Foundation si dedica alla condivisione del messaggio della donazione di organi e tessuti.

Carroll Shelby Foundation

Aiutare i bambini bisognosi

La Carroll Shelby Foundation ha aiutato numerosi giovani a sottoporsi a importanti interventi chirurgici alle coronarie e ha assistito enti di beneficenza e bambini in tutto il mondo a raccogliere fondi. Oltre a fornire finanziamenti per l’avvio di attività per avviare programmi e strutture sanitarie; La Carroll Shelby Foundation fornisce anche sovvenzioni alle organizzazioni che conducono ricerche nel campo della gestione dei trapianti di organi e coronariche.

Carroll Shelby Foundation

Azioni a vantaggio della Fondazione

Sin dal suo inizio, la Carroll Shelby Foundation ha aiutato numerosi bambini ad affrontare malattie potenzialmente letali e ha fatto donazioni agli ospedali pediatrici.

Carroll Shelby con Mustang GT

2005-2012

LE GUERRE DELLE PONYCAR MODERNE

La Shelby Snake e il Blue Oval hanno collaborato per creare nuove auto veloci insieme dopo l’introduzione di una nuova Mustang in stile retrò nel 2005.

Shelby iniziò a produrre una serie di Mustang speciali ad alte prestazioni, ognuna con la propria personalità e scopo, ma ciascuna con l’inconfondibile anima Shelby. Nel 2006, Shelby e Hertz si sono riunite per il 40 ° anniversario della Hertz Shelby, creando il modello GT-H. Le auto Hertz si sono dimostrate così popolari che il pubblico ha chiesto a gran voce una versione, che ha portato alla Shelby GT. 

Quando la Ford Shelby GT500 sovralimentata è arrivata nel 2007, Shelby Automobiles era pronta. Lavorando a stretto contatto con Ford Motor Company, le due società hanno offerto la GT500KR tramite i concessionari Ford e l’edizione GT500 Super Snake disponibile direttamente da Shelby. Una Shelby 1000 è stata introdotta con ancora più potenza e capacità. Nel 2011, Shelby American ha riportato in vita la Shelby GT350 con il nuovo 5.0L V8. Per la prima volta dall’anno modello 1970, erano disponibili sia la Shelby GT500 che la GT350.

Carroll Shelby in fiera

La rinascita del nero e dell’oro

Quarant’anni dopo la loro prima collaborazione, Shelby American e Hertz Corporation si sono riunite per creare una nuova serie di auto a noleggio Shelby, la GT-H. Con il Ford Racing Handling Pack, 25 cavalli in più rispetto a una Mustang GT di serie e lo stile Shelby unico, la GT-H ha rallegrato molti viaggi. Il successo della GT-H ha portato direttamente alla creazione della Shelby GT Mustang.

Carroll Shelby ed Edsel Ford II

Partnership per il potere

Shelby American investe molte risorse di ricerca e sviluppo nella progettazione delle proprie parti, oltre a lavorare con partner come Ford Racing per sviluppare prodotti unici per il catalogo Shelby Performance Parts. Nel corso degli anni, Shelby American ha collaborato con alcuni dei più grandi nomi dell’aftermarket automobilistico.

Carroll Shelby

Rinascita Mustang

La Mustang GT del 2005 si è dimostrata l’auto perfetta per lanciare una nuova generazione di Shelby Mustang. Con il suo aspetto classico e puro da Mustang, gli interni dall’atmosfera retrò e la solida architettura V-8 RWD, era pronta per le prestazioni Shelby.

2013-OGGI

LE PRESTAZIONI SONO IL NOSTRO MESTIERE

Shelby è associata alla Ford Mustang per una buona ragione. L’era moderna di Shelby American ha generato una potente gamma di Mustang veloci. Ma la gamma Shelby oggi si è ampliata per includere i truck più potenti del pianeta, come Shelby Raptor, Shelby F-150, Shelby F-150 Super Snake e Shelby F-250 Diesel. La divisione Shelby Performance Parts è fiorente e il Team Shelby si è evoluto in un club imperdibile che tiene uniti i fan di Shelby con eventi divertenti, spettacoli e forum.

Shelby American si è trasferita nella sua attuale sede appena fuori Las Vegas alla fine del 2013. Oggi, Shelby American è molto più di un semplice impianto di produzione. È diventata una destinazione, con un centro storico e una collezione di auto che vale da sola un viaggio a Las Vegas.

Carroll Shelby è morto l’11 maggio 2012. Tuttavia, ha vissuto abbastanza a lungo per guidare la sua azienda omonima verso un futuro luminoso. La storia di Shelby è una lettura entusiasmante, ma i capitoli finali devono ancora essere scritti.

Shelby Super Snake Mustang
Shelby Performance Truck

Business dei Truck ad alte Performance

I truck ad alte prestazioni sono stati una parte crescente dell’attività di Shelby American per quasi un decennio. Nel 2009 Ford ha lanciato la produzione del Ratpor, poco dopo che Shelby ha introdotto la sua versione del truck ad alte prestazioni e da allora non ha guardato indietro. Shelby American costruisce circa 1000 camion all’anno ed è cresciuta costantemente nel settore dei truck ad alte prestazioni.

Interno Shelby

La piattaforma Mustang diventa globale

Quando Ford ha lanciato la piattaforma “globale” S550 Mustang, costruendo vetture con guida a destra proprio accanto a Mustang LHD, ha aperto mercati e opportunità in Australia, Nuova Zelanda, Europa e Sud Africa. Shelby American è stata proprio in prima linea in questi mercati, con un elenco in espansione di Mod Shop che creano veicoli Shelby autorizzati.

Gamma auto Shelby

Vasta gamma di prodotti

Sia che tu stia cercando l’esperienza del vento tra i capelli di una Continuation Cobra, il pedigree da muscle car di una Shelby G.T. del 1968, le prestazioni all’avanguardia di una Shelby Mustang incredibilmente veloce, o l’utilità elegante e resistente di un truck Shelby, Shelby American ha un veicolo per ogni desiderio ad alte prestazioni.

Privacy Policy Cookie Policy P. IVA 01430220135